Rocchi spiana la strada al Napoli, Inter nel baratro

Hugo Campagnaro, autore della rete del vantaggio

Inter – Napoli è la sintesi di come un episodio possa cambiare una gara. L’episodio arriva a pochi minuti dalla fine del primo tempo del big-match di San Siro. Obi affronta spalla contro spalla Maggio al limite dell’area. Per molti un intervento come tanti, per l’arbitro Rocchi un netto calcio di rigore con conseguente ammonizione del nigeriano nerazzurro. Per Obi oltre al danno la beffa in quanto l’ammonizione inesistente maturata nei primi minuti di giochi gli impedisce di terminare la gara. Hamsik si fa ipnotizzare da Julio Cesar, ma sulla ribattuta Campagnaro è il più lesto a siglare la rete del vantaggio, un vantaggio tutt’altro che meritato per quanto espresso in campo. Pandev non è Cavani e il Napoli non è il solito Napoli. D’altro canto neanche l’Inter dei primi 40 minuti aveva concluso molto, solo un gol annullato a Pazzini per fuorigioco. Uno scialbo 0 a 0 sarebbe stato il giusto epilogo della prima frazione. Per un torto che subisci un putiferio che si scatena e Lucio, Julio Cesar, Samuel, Zanetti e compagnia, forse memori degli insegnamenti dell’indimenticato Mou, mettono tutto il nervosismo in corpo sul campo. Questo non giova ai nerazzurri che nel secondo tempo compiono errori banali, soprattutto in difesa, quantomeno paragonabili all’abbaglio dell’arbitro Rocchi. E il Napoli ne approfitta: al 57°  Maggio approfitta della dormita collettiva dei centrali nerazzurri, brucia Nagatomo e insacca alle spalle di un incerto Julio Cesar. Dopo il 3 a 0 sfiorato da Zuniga è Hamsik a farsi perdonare, ben imbeccato da Lavezzi, a tu per tu con Julio Cesar, realizzando la rete del trionfo. L’Inter recrimina, ma il Napoli sogna.



Lascia un Commento

Powered by WordPress | Palm Pre Reviews at Palm Pre Blog. | Thanks to Juicers, Free MMO and Fat burning furnace