Leonardo: “tra me e Berlusconi rapporto difficile ed idee diverse”

Leonardo e Carlo Ancelotti hanno in comune il difficile rapporto con Silvio Berlusconi

Leonardo ha tenuto oggi a Milanello la conferenza stampa che precede la sfida con la Fiorentina di domani sera. Tanti i temi toccati dal tecnico brasiliano a partire ovviamente dalle parole di Berluconi:

“Non posso negare che il nostro rapporto sia difficile. Siamo molto diversi, forse siamo incompatibili. Ma ora non sto pensando a questo: ora penso solo alle 3 partite che mancano”

“A prescindere da quello che ha detto o non ha detto il presidente, non posso negare che il rapporto sia difficile. È questione di visioni diverse, forse anche di stile – dice l’allenatore verdeoro – Non ho mai messo voci in giro, ho solo reagito a cose che succedevano. Anche oggi, non penso al futuro. Io non ho nulla di organizzato, non so se torno in Brasile. Non ho parlato con nessuno, non ho niente”.

Riguardo al proprio futuro?
“Non ho mai parlato di futuro perché non ho mai ritenuto fosse il momento di farlo per questioni ovvie, e non lo è neanche oggi. Posso dire che non ho mai parlato con nessuno del Flamengo, della nazionale brasiliana, del comitato organizzatore dei Mondiali del 2014. Non ho nessuna proposta ufficiale da nessuno e io non ci penso davvero”. Così Leonardo fa il punto della situazione e mette in chiaro la sua posizione. “Il mio rapporto con il Milan è chiaro: se non saremo in grado di andare avanti, la situazione si chiude nel momento in cui ci stringiamo la mano. Zero euro – chiarisce -, non so cosa succederà, non mi sono posto il problema. Non so nemmeno se torno in Brasile, la mia vita è aperta. Credo di essere testardo, io credo alle mie cose e le faccio con passione”.

Negli ultimi 270 minuti di campionato, il Milan deve difendere il terzo posto.
“Dipende solo da noi e io ci credo. La squadra vuole reagire dopo la sconfitta di Palermo e ha lavorato in maniera ottima durante la settimana. Ritengo che la Sampdoria sia più avvantaggiata rispetto al Palermo proprio a livello matematico” .

Una battuta, infine, sulla qualificazione dell’Inter alla finale della Champions League.
“Una squadra che conquista una finale non ci arriva per caso, ma perché lo merita. L’Inter ha messo tutto e merita di giocarsi la finale”.



Un Commento a “Leonardo: “tra me e Berlusconi rapporto difficile ed idee diverse””

  1. Luke
    Luke Scrive:

    A testimonianza di quanto il Milan ultimamente stia cadendo in basso, ci mancava giusto questa ultima uscita del Presidente nei confronti del povero Leonardo. Io mi chiedo cosa si potesse prendere di più da lui: ha accettato di guidare una squadra da rifondare senza che venisse rifondata, ha dato una identità di gioco nuova e fruttuosa per certi periodi (almeno fin quando la rosa ha retto), ha ricevuto conmpenso simbolico da giocatore della primavere e nonostante tutto ci ha fatto lottare quasi fino all’ultimo per i primi posti in campionato. La fiducia che un tempo rimponevo nella società si è ormai esaurita, e non penso di essere l’unico tifoso a pensarla così. Per il suo bene, è meglio che Leonardo se ne vada per conto suo, in Brasile dove lo amano ancora magari. Il Milan ormai non merita più di avere tra i suoi una persona tanto intelligente e garbata, che si “permette” di dissentire (ossia di fare il suo lavoro) rispetto agli ordini che piovono dall’alto…

Lascia un Commento

Powered by WordPress | Palm Pre Reviews at Palm Pre Blog. | Thanks to Juicers, Free MMO and Fat burning furnace