Inter: tutti in Duomo a fare festa con la testa a Madrid

l'abbraccio dei tifosi ai giocatori neroazzurri

Uno scudetto è sempre un’evento eccezionale, ma questo, per i colori neroazzurri ha motivazioni particolari; con questo scudetto infatti, eguagliano il record della Juventus di scudetti consecutivi, Milano supera Torino come somma dei tricolori vinti ma soprattutto è lo scudetto del sorpasso sui ‘cugini’ rossoneri nell’albo d’oro.

Il popolo interista invade le strade del centro, attende fiducioso il ritorno dei propri campioni e li scorta fino a piazza Duomo. L’arrivo del pulman scoperto alle 23.30 è l’epilogo di un pomeriggio di festa, la folla inneggia il tecnico e i protagonisti di questo diciottesimo scudetto. Eppure i festeggiamenti non hanno l’enfasi che ci si aspetterebbe, il coro più ricorrente che si diffonde per la città meneghina è la miglior spiegazione a qesta strana atmosfera: ‘’Ce ne andiamo a Madrid, ce ne andiamo a Madrid’’ anche Zanetti e compagni cantano e saltano su questo coro. Perchè in fondo in Italia è da ormai quattro anni che non c’è dubbio sulla superiorità dell’inter, il popolo neroazzurro è si sta quasi abituando ad invadere le piazze al termine del campionato.

Questa festa sa tanto di prove generali, la stagione non è affatto finita, manca ancora la battaglia più importante. E pare di saperlo bene Samuel Eto’o che osserva la folla festeggiare da ‘’sotto coperta’’ e sembra distratto, forse già concentrato sull’ultimo atto di una grandissima stagione.



Lascia un Commento

Powered by WordPress | Palm Pre Reviews at Palm Pre Blog. | Thanks to Juicers, Free MMO and Fat burning furnace