Mago-Leo e la rimonta scudetto: 8 punti recuperati al Milan e quel mercato negato a Benitez

Leo e Moratti a colloquio alla Pinetina

Leo e Moratti a colloquio alla Pinetina

Esattamente un mese fa l’Inter era persa nei meandri di mezza classifica e con l’infermeria di Appiano colma di giocatori nerazzurri in coda per pagare il ticket. Sempre un mese fa il Presidente Moratti decise di rinnegare il progetto Benitez, nato nell’estate più gloriosa dell’Inter, per sposare le idee di un rivoluzionario del calcio: Leonardo. Brasiliano di nascita e italiano di adozione il neo-tecnico della Benamata veniva da ben 13 anni passati sull’altra sponda del Naviglio. La data era il 6 Gennaio e il Milan vinceva a Cagliari andando a più 16 dai cugini, in attesa del posticipo Inter-Napoli. Fu proprio quella la prima vittoria di Leo e da li ben 8 punti rosicchiati al suo primo amore. Una storia nata da un colpo di fulmine, quella tra l’allenatore e la squadra Campione del Mondo, ed un modo di porsi opposto rispetto a Benitez. Parole di elogio a Mourinho, fin dalla prima conferenza stampa, e quella classe nell’ esprimersi da cui difficilmente non si rimane ammaliati. E’ stato persino capace di far riaprire le casse di Via Durini, di cui Rafa non aveva mai trovato la combinazione. Ranocchia, Kharja, Pazzini e Nagatomo in un colpo solo per rilanciare la caccia al Milan di Berlusconi, l’uomo che ha allontanato Leo dal Milan.



Lascia un Commento

Powered by WordPress | Palm Pre Reviews at Palm Pre Blog. | Thanks to Juicers, Free MMO and Fat burning furnace