Lazio-Inter ha perso il calcio italiano.

Ironia dei tifosi della Lazio

Striscione ironico dei tifosi biancocelesti esposto al gol del vantaggio interista

Uno dei campionati più belli e combattuti degli ultimi anni viene macchiato in una serata romana che poco onora l’immagine del calcio italiano all’estero. Abbiamo perso tutti. Ha perso la Roma che ieri sera ha visto i nerazzurri calpestare i resti di una Lazio che tutto sembrava fuorchè un’aquila. Ha perso l’Inter che ha manifestato una superiorità in campo talmente evidente e che non avrebbe necessitato dell’aiuto dei “tifosi” biancocelesti. Ha perso la Lazio ed in particolare la sua tifoseria che ha indubbiamente condizionato la prestazione dei ragazzi di Reja. Ha perso il calcio italiano che ancora una volta attrae su di se dubbi di complotti.
I ragazzi di Reja hanno cercato di dar vita ad una partita vera ma il clima non lo permetteva e Muslera, migliore in campo, è stato perfino fischiato.
La Roma finisce per pagare il brutto gesto di Totti nel derby che ha inasprito ed esasperato i contrasti con la curva laziale. Il gemellaggio tra le curve ha prodotto uno spettacolo obrobrioso che la F.I.G.C. non ha fatto niente per evitare. La concomitanza delle gare di squadre in corsa per gli stessi traguardi è indispensabile alla luce della mancanza di spirito agonistico in molte gare di fine stagione. Ne è esempio lampante la giornata di ieri con la Lazio che poteva permettersi di “non giocare” alla luce del pareggio tra Atalanta e Bologna che ha condannato i bergamaschi.

Otto anni dopo il fatal 5 Maggio (episodio differente da ieri sera in quanto la Roma non era coinvolta nella lotta scudetto) la Lazio consegna all’Inter lo scudetto che gli ha sottratto. Il rospo sarà difficile da digerire negli ambienti Roma con Montali e la Sensi che hanno già espresso la loro indignazione.

Hanno perso tutti e ha perso anche Mou sempre pronto a sottolineare gli aspetti negativi del calcio italiano quando questi lo penalizzano ma accondiscendente quando gli episodi girano dalla sua parte.



8 Commenti a “Lazio-Inter ha perso il calcio italiano.”

  1. Gabriele Scrive:

    non sono d’accordo, il 5 maggio il clima era decisamente peggiore per i giocatori della Lazio, addirittura si parlava di invasioni di campo nel caso l’inter stesse perdendo negli ultimi minuti di partita e la Roma arrivò seconda di un punto, se anche la Juve avesse steccato avrebbe vinto lo scudetto.
    Se il dubbio sollevato fosse sul mancato professionismo dei giocatori allora sarebbe lecito e nel caso fosse dimostrato, sarebbe una vergogna.
    I tifosi non sono professionisti, da nessuna parte c’è scritto che debbano sostenere la squadra in ogni situazione, le tifoserie sono gemellate e ad ogni inter-lazio o lazio-inter ci sono cori intrecciati e congiunti.

    Per quanto riguarda l’orario della partita invece sono d’accordo ma poteva essere sia un vantaggio, che uno svantaggio, se l’Atalanta avesso vinto, la Lazio avrebbe avuto più motivazioni e l’Inter sarebbe stata sotto pressione.

  2. Mattia
    Mattia Scrive:

    No, assolutamente in quanto il clima dei tifosi a Roma è infuocato…Si elevavano cori < < Se vincete vi meniamo...>>… E il poteri dei tifosi nella capitale, come dimostra la sospensione del derby di qualche anno fa, è tantissimo.

    Il 5 maggio la Roma poteva vincere lo scudetto in caso di sconfitta di Juve ed Inter ma dopo 10 minuti la Juventus vinceva 0-2 ad Udine.
    Cmq per quanto m riguarda nn era in dubbi la professinalità dei giocatori che credo non volessero far vincere l’Inter ma è innegabile che tali minacce non li portassero d certo a sputare sangue su ogni pallone.

  3. Gabriele Scrive:

    beh andiamo a dirlo ai giocatori dell’inter che con il clima pesante non si può giocare alla morte…

    Si vuole trovare per forza la macchia su questo campionato, le partite sono influenzate dalle motivazioni, lo sono sempre a fine campionato.
    E non c’è modo di evitarlo, come non c’è modo di evitare che la gente tifi per chi vuole quando vuole…
    Sicuramente un l’errore di giocare in giorni e orari diversi ha ampliato la cosa, ma a prescindere non era certo a favore dell’inter, che avrà anche un giorno in meno di riposo per la finale di coppa.

    Quest’anno tutti gli stadi d’italia esultavano quando l’inter prendeva gol…sicuramente avrebbero preferito finisse in un’altro modo la partita…

    Il 5 maggio se ricordiamo lo stadio PRIMA della partita (non dopo il gol della Juve) era TUTTO neroazzurro ed il fatto di giocare in uno stadio a favore è diventato motivo di sfottò, oggi di polemiche.

  4. Giorgio W. Scrive:

    Sono perfettamente d’accordo con Gabriele; tutti aspettavano un motivo per cercare di infangare la stagione dell’Inter e alla fine si è riusciti. Questo passerà alla storia come il campionato del “biscottone” con la Lazio, addirittura alcuni politici (Gasparri come al solito fuori luogo) dicono che questo scudetto varrà come o meno di quelli di calciopoli, punti di vista…io so solo che l’Inter non c’entra nulla in questa questione, penso che un po’ tutti fossero in imbarazzo in una situazione così assurda e penso che anche i giocatori della Lazio non potessero fare molto più di quello che hanno fatto in un clima del genere. La Roma che ora viene a dare lezione di stile e morale ha perso lo scudetto sul campo con la Sampdoria, ma anche fuori dal campo nei minuti successivi al derby con dei gesti, secondo me, neanche troppo gravi ma per i quali dovevano aspettarsi di tutto. Mourinho ha fatto bene, per una volta, a non parlare e non doveva farlo nessuno dell’Inter; le parole di Paolillo stanno li a dimostrarlo, sono ridicole vista la situazione, bisognava prendere i tre punti e andare a casa lasciandosi dietro il casino montante…Sono d’accordo con la tesi che il risultato di ieri sera sia quello di un calcio malato, ma non tanto per l’atteggiamento dei tifosi e dei giocatori della Lazio, quanto piuttosto per il solito discorso legato agli interessi; i soldi delle tv hanno come al solito avuto il sopravvento su tutto e non giocare le partite allo stesso momento ha fatto il resto. In questo la lega è stata la prima colpevole e voglio vedere se ora avrà il coraggio di parlare…Giusto per rassicurarvi e ricordarvi che tutto il mondo è paese, andatevi a guardare Liverpool-Chelsea di ieri…il buon Carletto si è portato a casa lo scudetto con un gol impacchettato nientemeno dal capitano dei reds Gerrard e nella Kop c’erano scriscioni del tipo “meglio lo scudetto ai blues che a Gary Neville”(storico capitano del Manchester nonché giocatore più odiato di tutta la Premier…)

  5. Gabriele
    Gabriele Scrive:

    sulla gazzetta tra le frasi della settimana c'era un coro/striscione dei tifosi del liverpool: "please batteteci" (immagino che lo avranno fatto in inglese ma non l'ho trovato su internet).

    Parlo da ignorante ovviamente bisognerebbe chiedere a qualcuno che era allo stadio, ma la situazione mi sembra come minimo paragonabile…avversari a +1 sui 'nemici storici' e tifoseria che vuole la sconfitta della propria squadra…nell'inghilterra che dovremmo prendere ad esempio!!!

    Sembrerebbe inoltre che sia stata la Roma a chiedere di anticipare la partia…

  6. luca Scrive:

    QUESTE COSE SN SEMPRE SUCCESSE DEVO DIRE IL MILAN DOPO AVER PERSO LA FINALE DI CHAMPIONS CONTRO L'AJAX, QUANDO SI GIOCò MILAN-BRESCIA (STORICO GEMELLAGGIO) E C'ERA BARESI CHE NN SAPEVA PIù CM FAR SEGNARE I GIOCATORI DEL BRESCIA O SE NO IL STORICO GEMELLAGGIO JUVE-SIENA-MESSINA CHE IN OGNI PARTITA DOPO 10 MINUTI LA JUVE VINCEVA PER 3-0 ANCHE QUESTE COSE NN HANNO MAI FATTO BENE AL CALCIO.

    PER NN PARLARE DEI DIRIGENTI CHE ISTIGANO ALLA VIOLENZA LA SENSI CHE PARLA DI PARTITA VERGOGNOSE MA PERCHè IL DERBY DI QUALCHE ANNO FA QUANDO RISCHIAVANO DI RETROCEDERE TT E DUE HANNO GIOCATO UNA PARTITA A PASSARSI LA PALLA NELLA METà CAMPO DIFENSIVA QUELLO NN E FALSIFICARE IL CAMPIONATO????

  7. Mattia
    Mattia Scrive:

    Concordo cn tutte le analisi sui campionati falsati e credo che nell'articolo fosse chiara la mia tesi che era qll di condannare tutti gli episodi di questo genere. Non parlo di un campionato che l'Inter merita d vincere ma di una tendenza di questo tipo che fa si che perdano credibilità tutte le parti in causa. L'Inter avrebbe comunque vinto la partita ma cori intimidatori contro i propri giocatori sn vergognosi.

  8. Gabriele
    Gabriele Scrive:

    sta mattina è uscita la notizia delle minacce di morte dei romanisti a Lotito e squadra se non battevano l’Inter! (con tanto di proiettile di grosso calibro allegato alle minacce)
    A dimostrazione di come non ci sia limite al peggio….

Lascia un Commento

Powered by WordPress | Palm Pre Reviews at Palm Pre Blog. | Thanks to Juicers, Free MMO and Fat burning furnace