Uruguay ai quarti: un super Suarez doma la Corea del Sud

La consacrazione di Suarez che porta l'Uruguay ai quarti di finale

Si accendono i riflettori sulla fase finale del mondiale: il primo atto è UruguayCorea del Sud, inattesa sfida della parte alta del tabellone. La celeste torna tra le otto regine del mondiale dopo 40 anni, proponendosi come la più credibile outsider anche in prospettiva finale. La selezione di Tabarez concilia la garra Charrua, lo spirito combattivo tipicamente uruguayano, ad una solida organizzazione tattica e alle doti tecniche dei suoi interpreti. Ottima prestazione anche da parte degli asiatici, sconfitti con onore: dopo il meritato secondo posto nel girone, dimostrano ancora una volta la grande crescita del calcio d’oriente.

La partita è  vibrante e non vengono tradite le speranze dei tifosi accorsi a Port Elizabeth. Parte bene l’Uruguay, ma la prima palla gol è per la Corea: Park Chu Young colpisce il palo con una bella punizione dal limite. I sudamericani non si scompongono e all’ottavo minuto passa: cross basso di Forlan dalla sinistra, buco clamoroso della difesa e Suarez appoggia comodamente in porta la palla dell’1 a 0. Gli asiatici non sembrano in partita ma la celeste non approfitta del momento positivo a causa degli egoismi di Suarez e di qualche errore arbitrale.

Il pareggio coreano

Il secondo tempo si apre con l’ennesima occasione per Suarez, troppo precipitoso nella conclusione. Poi i coreani cambiano registro e si proiettano con insistenza nella metàcampo uruguyana. Park Ji Sun e Park Chu Young si rendono protagonisti di alcune buone iniziative e al minuto 68 arriva il pareggio: punizione calciata in mezzo all’area, Victorino, subentrato a Godin nell’intervallo, fa impennare il pallone e Lee Chung Young approfitta delle indecisioni di Lugano e Muslera, non impeccabili nell’occasione. Forlan e compagni provano una reazione ma gli asiatici sembrano decisamente più presenti da un punto di vista fisico e vanno vicini alla concretizzazione del loro predominio territoriale ancora con Lee Chung Young. Il match sembra trascinarsi sino ai supplementari ma a dieci minuti dal fischio finale Suarez pesca il jolly: sugli sviluppi di un calcio d’angolo si accentra e scaglia un destro a giro, potente e preciso, sul palo lontano. Grandissimo gol della punta dell’Ajax che corona una stagione straordinaria con il trentottesimo gol in trentotto partite. A due minuti dal termine Lee Dong Guk spaventa l’Uruguay ma Muslera neutralizza la sua conclusione, seppur con qualche difficoltà.

Tabarez sogna l'impresa mondiale

Finisce 2 a 1. Il “maestro” Oscar Tabarez festeggia questo storico traguardo per la sua nazionale, per la Corea si spezza il sogno mondiale.



Lascia un Commento

Powered by WordPress | Palm Pre Reviews at Palm Pre Blog. | Thanks to Juicers, Free MMO and Fat burning furnace