CAMPEONES: Spagna sul tetto del Mondo! Battuta ai supplementari l’Olanda con gol di Iniesta

Spagna campione del Mondo

Iker Casillas alza al cielo di Johannesburg la prima Coppa del Mondo della storia della Spagna

Iberici Campioni del Mondo per la prima volta nella loro storia. Nella finalissima della prima edizione africana dei Mondiali di calcio superano di misura l’Olanda grazie ad un gol di Andres Iniesta nel secondo tempo supplementare.

Partita spigolosa e molto dura con gli Orange che mettono in chiaro da subito di non essere li in qualità di vittima designata. Lo si capisce dalle entrate di Van Bommel prima e De Jong poi su cui Webb decide per due ammonizioni per non condiziare la gara.  Il gioco si vede a tratti e le occasioni ancor più raramente tanto che la prima frazione di gara regala agli Highlights solo un colpo di testa di Ramos, su cui Stekelenburg si supera, ed uno schema olandese sugli sviluppi di un calcio d’angolo che ha solo la pecca di prevedere come finalizzatore il buon Mathijesn (che cicca clamorosamente).
Ripresa molto più viva che mette il scena il copione previsto alla vigilia: prolungato possesso palla spagnolo con l’Olanda che cerca di ripartire rapidamente in contropiede. Detto fatto: palla rubata a metàcampo e Sneijder lancia millimetricamente Robben verso il gol Mondiale. L’ala del Bayern brucia Pique e Puyol ma si fa ipnotizzare da Iker Casillas che devia in angolo la conclusione con il piede. La nazionale di Del Bosque sonnecchia e trotterella a dispetto del nome di Furie Rosse rendendosi pericolosa con un’altra incornata di Sergio Ramos. Si vai ai supplementari con l’incubo rigori che riempie lo stadio di un assordante silenzio che interrompe perfino il suono dele vuvuzela. Squadre stanche con i due allenatori che inseriscono Jesus Navas e Fabregas da una parte ed Elia e Van der Vaart dall’altra. I nuovi entrati fanno la differenza solo in casa Spagna tanto che il 10 dell’Arsenal avrebbe due buone palle per spostare gli equilibri ma gli manca prima la precisione e poi l’altruismo. La risposta dell’Olanda è in un colpo di testa del solito Mathijsen alto di poco. La svolta arriva nel secondo tempo supplementare: Xavi imbecca col contagiri Iniesta che da solo davanti al portiere viene steso dal già ammonito Heitinga. Rosso e Oranje in 10. Con l’uomo in più Puyol e compagni ci credono ed il sogno si materializza quando Febregas serve sul filo del fuorigioco Iniesta: il folletto del Barca controlla e scarica un destro imprendibile per il gigante Stekelenburg. E’ il gol della storia. Il gol che manda in paradiso un’intera nazione che dopo aver spradoneggiato negli ultimi anni in molti altri sport si conferma regina del calcio.



Lascia un Commento

Powered by WordPress | Palm Pre Reviews at Palm Pre Blog. | Thanks to Juicers, Free MMO and Fat burning furnace