Brasile che samba! Vola ai quarti con 3 gol al Cile

Che coppia: Kakà e Luis Fabiano

Il Brasile c’è: nonostante le critiche e le perplessità della stampa la squadra di Dunga da una grande dimostrazione di forza, candidandosi con sempre più forza per un posto in finale. I verdeoro nella sfida tutta sudamericana con il Cile esibiscono la tradizionale classe e supremazia tecnica, ma soprattutto corsa e strapotere fisico: i giocatori sembrano essere ora arrivati ad una condizione atletica ottimale e macinano chilometri con leggerezza. Il commissario tecnico punta molto su questo fattore, come già aveva lasciato intendere con le esclusioni eccellenti di Ronaldinho e Pato, fuoriclasse straordinari, ma che per motivi diversi non avrebbero potuto garantire questo tipo di prestazione. Il cileni non sfigurano assolutamente sul piano tecnico ma non reggono i ritmi brasiliani: comunque il ct Bielsa si merita grandi complimenti per il coraggio e la sfrontatezza che ha trasmesso alla sua squadra, fatta di alcune buone individualità ma che sicuramente non è all’altezza delle prime otto del mondo.

L'incornata di Juan

Il match inizia su ritmi molto blandi, con i pentacampeon che giostrano con calma in attesa dell’occasione giusta, che si presenta solo al 34′, quando Juan insacca con un potente colpp di testa sugli sviluppi di un corner. Il Cile che fino a questo momento non aveva prodotto nulla, ma che neanche era mai andato in difficoltà, subisce il colpo e il raddoppio arriva dopo 4 minuti: Robinho per Kakà, splendido passaggio filtrante per Luis Fabiano che con eleganza dribbla il portiere Bravo e deposita in rete. 2 a 0 e terzo gol in questo mondiale per o Fabuloso”.

Fa festa anche Robinho

Nella ripresa gli uomini di Bielsa ci provano ma la solida difesa carioca regge senza affanni. Al 59′ Ramires prende palla a centrocampo e dopo uno slalom speciale recapita il pallone a Robinho che conclude a giro sul secondo palo. Terzo gol e partita definitivamente chiusa. I cileni ci mettono l’orgoglio ma, ad eccezione le sempre positive iniziative di Sanchez, non riescono a proporsi pericolosamente in attacco, anzi mostrano il fianco alle iniziative di Kakà, ancora in cerca del primo gol in questo mondiale, che però non conclude a dovere le ripartenze verdeoro.

Il Brasile affronterà il 2 luglio l’Olanda in una sfida che si preannuncia spettacolare: i favori del pronostico spettano alla squadra di Dunga, tradizionalmente più incisiva nelle partite che contano, ma soprattutto più compatta e solida in difesa: gli orange potrebbe non bastare il talento di Robben e Sneijder.

PROMOSSI

Ramires(7,5): chiamato a sostituire Felipe Melo, gioca benissimo le sue carte fornendo una prestazione di altissimo livello. Impressionante la progressione che da il là al terzo gol. Peccato per l’ammonizione rimediata nel finale: era diffidato, salterà la sfida con l’Olanda. Imprendibile

Robinho(7): il funambolico fantasista verdeoro finalmente convince. Ottimi spunti, puntuale e preciso nello spunto in profondità, sigla il 3 a 0 con uno dei suoi colpi.

Sanchez(6,5): nella selezione cilena il tasso tecnico non è certamente basso e questo lo si deve anche all’esterno tutto pepe dell’Udinese. Punta l’uomo e prova la giocata proprio come un brasiliano, ma spesso non è assistito a dovere dai compagni. Non per niente lo chiamano “el Nino Maravilla”.

BOCCIATI

Mark Gonzalez(5): è uno dei giocatori più rappresentativi del suo paese ma il confronto con la corazzata brasiliana gli fa tremare le gambe. Timoroso

Isla(5): dopo quanto di buono fatto vedere nel girone, si apettavano conferme dal difensore dell’Udinese. Non sono arrivate.



Un Commento a “Brasile che samba! Vola ai quarti con 3 gol al Cile”

  1. Gabriele
    Gabriele Scrive:

    Juan oltre al gol ha fatto degli interventi incredibili!!
    sempre in anticipo è uscito da un paio di situazioni palla al piede..TANTA TANTA ROBA…

Lascia un Commento

Powered by WordPress | Palm Pre Reviews at Palm Pre Blog. | Thanks to Juicers, Free MMO and Fat burning furnace